Io, serial lover

Io, serial lover, sono la concubina della libidine. Insieme governiamo i giorni e ospitiamo i desideri. Eroticamente complici, profondamente soavi. Novelle come le vergini, lussuriose come le corrotte. SERENA KEY

 
Come un killer faccio collezione di amanti. 
Mi innamoro perdutamente di ognuno e di nessuno.



 


È un amore carnale, dura il tempo di un appuntamento e non è mai lo stesso di un altro appuntamento. Perché non sono mai la stessa io, mi lascio inventare da un momento, mi lascio ispirare da uno sguardo, mi faccio guidare da una voglia.

Maledetta benedetta voglia, che come una bambina irriverente si diverte a confondere le regole del gioco.


 
Non inganno, seduco. Nella trama del piacere non esistono illusioni, è il regno delle pulsioni, buone come me. Mi trasporta la generosità, voglio vittime felici. C’è un ritmo morbido e uno incalzante, c’è un pensiero focoso e un pensiero trasgressivo. C’è quello che succede quando mi accendo come una luce nel buio.

Io, serial lover, non fingo l’amore, faccio l’amore. Con la mente e con il corpo, con l’istinto e l’intenzione, con il genio e la passione. Sta tutto in quelle ore bagnate di emozioni, sta tutto in quei gesti sconci e bollenti, sta tutto in quella perversa ironia dell’allegria. 

Mica devo confessarmi e pentirmi. Io, serial lover, sono nettare dell’umanità. Incontro la libertà nella libertà. La tratto bene, la godo, la faccio godere. Ad ogni gioia che entra in me sono grata, intimamente grata.

Io, serial lover, sono la concubina della libidine. Insieme governiamo i giorni, ospitiamo i desideri, realizziamo i sogni. Insieme ogni volta ci innamoriamo perdutamente di ognuno e di nessuno. Eroticamente complici, profondamente soavi. Novelle come le vergini, lussuriose come le corrotte.
 
Per fortuna non sono una mantide.
Voglio la vita, adoro la vita, lascio in vita.


 






 

Testo di Cristiano Malgioglio musica di Gianpietro Felisatti (arrangiamento Alberto Nicorelli) , pubblicato come lato B del 45 giri "Città vuota" (12 maggio 1978) successivamente inserito in "Del mio meglio n.7" (1983). Del brano venne registrato un video clip girato alla Bussoladomani di Marina di Pietrasanta,scelto come sigla finale del programma televisivo "Mille e una luce" (autori Luciano Gigante e Adolfo Perani, regia di Piero Turchetti e direzione musicale di Renato Serio, condotto da Claudio Lippi, Luciano De Crescenzo e Ines Pellegrini). Il video, tutto giocato sui primi piani della bocca di Mina venne addirittura censurato dalla seconda puntata a causa di un'esplosione di sensualità, allusiva e provocatoria, che a tutt'oggi mozza il fiato. Anche perché quella fu l'ultima apparizione di Mina in tv. Il suo fermo immagine. "Ricordo che dopo quella mia trasmissione", racconta Limiti, "migliaia di fans presero d'assalto i negozi Ricordi, a Roma e a Milano, svuotandoli di tutti i dischi di Mina disponibili. Tutti, tranne l'ultimo che rimase negli scaffali". Un episodio forse marginale, ma anche il segno che non sono tanto i nuovi dischi, quanto l'assenza di immagini ad alimentare il culto e la morbosa curiosità del pubblico nei confronti di Mina. (Alberto Dentice, L'Espresso, 1996).




==========================================
Data della richiesta: 17/11/2019 17:58:07
Titolo: Io, serial lover
Commento:
Serena...sei incredibilmente MAGNIFICA...UNICA...senza parole. Penso che come te nessuna..curi ogni particolare addirittura online...direi STREPITOSA...COMPLETA in tutto. ??????Roberto
==========================================
Data della richiesta: 17/11/2019 22:34:00
Titolo: Io, serial lover
Commento:
A volte lasciava fossero le sue storie a raccontarla. Il suo parlare svelto. Le sue foto. Con lei tutto era imprevisto, nuovo, controcorrente, dolcemente prepotente. Come dovesse vincere un qualcosa, aveva bisogno di raccontarsi un po'. All'improvviso. Lei entrava sicura. Senza bussare. Come la primavera di De André, lei e quella sua aria da prima della classe. Generosa. Empatica. Monella. Coinvolgente. Casualità quantistica del moto di due particelle. Si sfiorano un attimo per poi allontanarsi. Fuggendo rapide alle loro emozioni. Così era incontrarla. Così a lui piaceva immaginarla. Ciao Serena, Marco
==========================================
Data della richiesta: 17/11/2019 22:43:00
Titolo: Io, serial lover
Commento:
Cara Serena, Serial Lover ti si addice appieno .... Mai uguale, mai scontata .... e con una forza interiore ed un'energia tale che ogni incontro fa storia a se .... e tutti coloro che hanno la fortuna di incontrarti non potranno che confermarlo ..... Per quanto mi riguarda ricordo e serbo con me ogni istante dei nostri incontri, con il pensiero che va verso il prossimo nel quale portando con me qualcosa di nuovo ne vado arricchito ogni volta dall'infinità esperienza di chi dell'amore e del sesso ne ha fatto una missione di vita e per il quale tutti dovremo esserne grati. Un bacio. Giuseppe
==========================================
Data della richiesta: 18/11/2019 10:17:07
Titolo: Io, serial lover
Commento:
Voglio essere aggredito da Te serial lover Serena Key...Sale
==========================================
Data della richiesta: 19/11/2019 09:37:35
Titolo: Io, serial lover
Commento:
Cara Serena sono incantato dai tuoi adagi, sei il mio faro di luce vita e felicità nei momenti tristi della mia vita,sei il mio sogno nel cassetto, sei quanto di meglio sia mai esistito nel mondo delle escort,con profonda stima e ammirazione a presto Serena Luca
==========================================

contatti