L'ACCADEMIA DELLE ESCORT

STAY TUNED!

Le virtù


 

Prima ancora di incontrare la cultura delle geisha, erano loro a stuzzicare la mia fantasia e la mia ammirazione: le splendide cortigiane di alto rango che hanno fatto la nostra Storia. Una Storia di corti e intrighi di palazzo ma anche di straordinarie arti e preziose ricchezze di spirito.

Nelle loro morbide carni avvolte in preziosi abiti di un tempo di eleganza, con i loro capelli curati e acconciati all’uso antico, nelle loro raffinate espressioni di intelletto, le cortigiane honeste, hanno vissuto quello che secoli dopo avremmo chiamato libertà o emancipazione. 

Leggevo. Leggevo di quelle donne forti e dotte, dei loro costumi audaci e della loro vita piena e potente e sognavo. Sognavo d’esser nata nel Rinascimento o giù di lì. Sognavo di respirarne il fascino e di farne virtù. Sognavo di essere una loro degna discendente.

Sognavo e ero desta. O almeno così mi sembrò quando mi ritrovai a varcare la soglia dell’Accademia. Meravigliosi broccati, fini porcellane, pregevoli stucchi e lavoratissimi candelabri ma soprattutto un trionfo di ricercata bellezza ovunque. Nei vecchi volumi, nei dipinti e nelle musiche, c’era tutta la magia possibile.

Le cortigiane honeste, sapienti nella pittura, in letteratura e poesia, nella danza e nella musica, davano respiro a ogni piccolo scorcio, a ogni alito di pensiero, a ogni desiderio segreto. Tutto intatto, tutto custodito come un tesoro.

La mia frenesia si sciolse in un languore. In punta di piedi, dovevo addentrarmi in punta di piedi, in quel mondo di sensi accesi e profondi, in quella trama di costumi audaci e incantevoli. Dovevo bere a piccoli sorsi il calice della sapiente femminilità, succhiarne il nettare e mettere corpo e anima nel percorso dell’Accademia.

 
«Non ci sono pozioni miracolose ma voglie portentose»

 
La prima lezione, e in verità anche il primo conforto, me la diede una frase che puntava il dito sulla brama, sull’aspirazione, sull’ambizione, sulla determinazione. Io sentivo ben chiaro di averla, la voglia portentosa.

Del resto quelle parole mi sussurravano all’orecchio dolci parole, mi accarezzavano ovunque, sorridenti e impudiche. Forse era destino, essere lì, forse era scritto in quella leggenda che ha visto nascere Serena Key, curiosa e travolgente come l’eros ... Serena Key Top Escort Experience.

-continua-

contatti