Il mio erotico caos creativo

Mi sento come un aquilone. Riposto in un cassetto non avrebbe senso.


Le fotografie nell’album, i documenti nella cartellina?
Macché. Infilati ovunque mi detti l’impulso.
Non sono disordinata, sono istintivamente caotica.




Serena Key  .  Versilia  4/5/2018

 

Ho troppi stimoli in testa perché possano appagarmi le caselle di un archivio. Sono in divenire, come il flusso dei pensieri che la vita mi porta dentro. Non ho il tempo, non ho il tempo di sistemare il superfluo, devo godermi l’essenziale.

Nel letto clandestino corro dietro le emozioni e le emozioni mi saltano addosso. La sfilza delle cose da fare viene dopo, sempre dopo. E forse quel dopo non arriva perché non mi piacciono, gli schemi nei quali infilare tutto per il verso giusto.

È la creatività erotica, che fotte le mie ore. È la fantasia audace, che prende i miei spazi.

Mi sento come un aquilone. Riposto in un cassetto non avrebbe senso.

Devo avere i sensi in fibrillazione, lo so. Del resto il casino è un luogo di piacere, ci sto a mio agio. Ho bisogno di sorprese che bussino alla porta, di baci che mi lascino senza respiro. Le fotografie e i documenti stanno bene dove stanno, nella mia libertà di spiccare continuamente il volo.

La fatica immane di seguire una regola non fa per me. Ho solo voglia di seguire la mia immaginazione.




 

contatti