Serena Key racconta - 2 . Vi amo tutti, a modo mio

Mangio tanta cioccolata, mi ciuccio il dito come da bambina, faccio quello che mi va


 
  I
o ho una relazione molto seria con me stessa e non sto al mondo con la fregola di togliermi i vestiti.
Certo ho confidenza, con la nudità. Ma, più di tutto, ne ho rispetto.

Capisco pure il prurito del buco della serratura e del letto disfatto ma non lo cavalco. L’incontro dei corpi lo vivo. Da narrare scelgo quello che sta intorno, dietro, dentro, quello che viene prima e dopo. Perché facendo la escort ho compiuto un viaggio umano molto più intimo di un rapporto sessuale.




 


Paradossalmente ma non troppo l’etichetta di donna dai facili costumi è una ventata di libertà. Io non ho mai fatto crociate anticonformiste e ribelli, tanto privilegio mi è riconosciuto da tutti quelli che vantano quelli difficili. Posso quindi stare fuori dalle convenzioni, pure quelle letterarie. Chissà, forse anche sbalordire. Ecco, credo che il filo della facilità sia una straordinaria conquista, almeno per il mio gusto dell’ironia.

Il rovescio della libertà lo immaginate. Un prezzo piuttosto caro che pago a rate. Fare i conti è quasi impossibile, i pro e i contro faranno il match per sempre e io ho deciso che non vale la pena barare, fare il tifo o improvvisarsi arbitro. Niente accade davvero per caso, l’ho voluto, doveva succedere per un motivo che scoprirò, serve a qualcosa che verrà.

C'è posto per tutto e tutti nelle mie tragicomiche riflessioni. E allora ben venga il vostro divertimento e il vostro struggimento.
Chiunque voi siate, siete i benvenuti. A modo mio vi amo tutti.  


 
 

contatti