IL DIARIO DI SERENA KEY - CAPITOLO 7

"La vita normale non mi interessa. Cerco solo i momenti più intensi. Sono alla ricerca del meraviglioso" (Anais Nin)

L'Avventura in un Brivido
 






Portofino, giorni d'aprile, giorni di festa
 
 
Nella piccola pineta, a pochi passi dal mare. Con il cestino della merenda, una millefoglie con crema pasticcera e frutti di bosco. Un dolce come me, con le sfoglie croccanti, la morbidezza che si scioglie in bocca, l’aspro di more e lamponi che prende a schiaffi le papille gustative. Strati e contrasti che, fusi insieme, sono deliziosi.
Arriva con una bottiglia di champagne. Nulla è casuale, mi ha semplicemente seguita. Mi sorprende alle spalle, mi giro e mi sorride senza dire una parola. Sono quasi nuda, sul plaid della penombra, al primo tepore di primavera.
Appoggia la bottiglia fredda tra i miei seni e i brividi raccontano già i desideri, quelli che covano sotto la cenere. Le labbra sporche di crema e la lingua che raccoglie il succo dei frutti di bosco che cola. Mi aiuta, a godere della millefoglie. Occhi negli occhi e mani che esplorano, lente, chete. Il suo dito disegna il contorno della mia bocca poi entra nella sua.
Stappa la bottiglia e beviamo a fontana, bollicine e un velo di schiuma bianca che ci evapora addosso. I corpi umidi, i pensieri audaci. Siamo spiriti lieti, nella piccola pineta, a pochi passi dal mare, con un programma d’amore in libertà.


Will Davidson

 
Mi piace, quell’idea. Mi ha voluto e ha preso la via per raggiungermi, senza chiedere permesso e senza pretendere. Con un colpo di fascino che sembra una frusta che non fa male. Maestra, nell’arte di penetrare il sogno e farlo realtà.
Ci prendiamo, sotto la brezza leggera, ebbre di dolce e champagne. Ci prendiamo in tutti i modi, sotto il sole che filtra appena, a farci il solletico.
Ogni tanto mi sorride poi affonda, affonda testa e lingua. Io divento intraprendente, sempre più intraprendente, negli ultimi sorsi di nettare e di voglia. Ancora un boccone, un boccone di noi, nella piccola pineta a pochi passi dal mare. Dove il sesso si scrive come l’amore, l’amore come il sesso.


Una gita. Una gita è un’avventura. Un’avventura che merita una pagina del diario e un ricordo, il ricordo di un brivido che promette e poi mantiene la promessa.






 









==========================================
Data della richiesta: 26/04/2017 17:11:27
Commento:
Momenti che scrutano l'anima nel suo profondo per l'avidità di aver cercato di aver voluto ..... ogni dettaglio di un bagno di sesso.. che porta l'amore del piacere e del battito... quello che ti travolge nel desiderio di momenti che leggendo pungono come spine che non ti permettono di viverlo.. ma lo si può assaggiare immaginando la croccantezza che in un attimo di riempie la bocca di sapori morbidi e vivi.... Emilio
==========================================

contatti