La donna della festa

"Sulla scena facevo tutto quello che faceva Fred Astaire, e per di più lo facevo all’indietro e sui tacchi alti" (Ginger Rogers)


 


 Perché è così. Dove c’è donna c’è festa. Dove c’è donna l’universo dovrebbe inchinarsi, appassionatamente e garbatamente.
Mi piace, essere donna. Con le paturnie e le vanità. Con la forza e l’intensità. Con tutte le delicatezze del creato eppure con la grinta di una leonessa.
Mi piace, essere donna. Capire, capire sempre. E spruzzare un po’ di dolce ironia su quello che invece gli uomini non possono capire.
E’ la natura, bellezza! Ci ha fatto con un intelletto smisurato e un cuore sconfinato. Capaci di ridere e amare e piangere e pensare nello stesso preciso istante. Con un sorriso smagliante o un broncio sensuale. Con le mani che sanno fare e le gambe che vanno ovunque.
Perché è così. L’8 marzo serve solo a ricordarlo. E magari a scatenare applausi e abbracci. Questo solo, merita una donna.
Che lei è la regina, della festa della vita.


==========================================
Data della richiesta: 08/03/2017 14:08:51
Commento:
La donna un nettare dolce ma forte che ti ubriaca come il vino.. lei che sa trasformare il mosto in un inebriante nettare.. lei come l'uva che nasce anche tra le rocce sapendo assorbire ogni piccolo raggio di sole forte e piena di sfumature che la portano ad essere il vino della vita. Emilio
==========================================
Data della richiesta: 09/03/2017 00:02:30
Commento:
Donna... ti ho appena abbandonato e già mi manchi... in volo verso casa pensavo a te, a noi, in quell'abbraccio caldo e tumultuoso, sotto quel cielo bagnato e illuminato a giorno. Donna, attendo solo di rivederti, per rievocare quell'unione, per poter sognare ancora... Luca
==========================================
Data della richiesta: 14/03/2017 19:31:49
Commento:
È fuor di dubbio che in tutte le nazioni più evolute, le donne non possono che avere il sopravvento. Infatti, poiché uomini e donne si influenzano reciprocamente, l'uomo è destinato a diventare più femmineo, e quindi perde, perché la sua forza, che è la sua prerogativa, viene domata, non ridotta. Invece la donna acquisendo qualcosa dall'uomo vince; infatti quando riesce ad aumentare i pregi che già possiede acquistando energia, diventa l'essere più perfetto che si possa immaginare... complimenti Serena, per il tuo essere perfetta. Spero di incontrarti presto per poter gioire e inebriarmi della tua perfezione. Michele
==========================================

 

contatti