Le ore

"Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi" (Cesare Pavese)

 

Serena Key  .  Roma  8/1/2016

 


Perché è così. Non possiamo che godere di piccoli, minuscoli frammenti di ebrezza. Perché talvolta basta un attimo per un ricordo infinito. Perché il resto del tempo scorre senza nulla di memorabile. Perché ci sono momenti che valgono una vita intera.

Magari è amore. O complicità. O commozione. O felicità. O allegria. O semplicemente verità.

E il gaudio non è mai del corpo. LE ORE lo sapevano. E’ una lunga, bellissima storia, quella della testa e dell’anima assorte nella potenza della natura che attrae, unisce, trionfa. Ci sono dentro tutti gli odori dell’umanità.

Talvolta, lo so, spaventa, l’istinto. Ci crediamo esseri superiori, bravi e giusti per governarlo. Chissà…io ho l’impressione che sia sempre un po’ più sincero di chi pensa di governarlo. O no?

 

contatti